Tra i due litiganti il terzo gode ...ne sei proprio sicuro?
Postato il: 17.07.2019 Oggi, come spesso accade, mi sono trovata a parlare con un proprietario di una casa che stava tentando di vendere privatamente.
A differenza del solito però questa persona non voleva nemmeno sentir parlare di agenti immobiliari…e ne aveva ben ragione visto quanto mi ha raccontato poi!
Incuriosita da tanta rabbia nei confronti degli agenti immobiliari ho chiesto cosa mai gli fosse successo per avercela così tanto con la categoria.

Ha iniziato quindi a raccontarmi:
“Quando ho deciso di vendere la mia casa mi sono rivolto ad un paio di agenzie, non volevo legarmi ad una soltanto perché in questo modo pensavo di avere più possibilità di vendere.
Dopo poco la prima agenzia mi chiama e porta tre o quattro clienti a vedere la mia casa, anche la seconda agenzia mi chiama ed anche questa mi porta alcuni clienti.
Uno di questi però lo riconosco, aveva già visto pochi giorni prima la mia casa con la prima agenzia.
Sono una persona corretta e lo dico subito all’agente immobiliare, gli dico anche che non so come mi dovevo comportare e gli chiedo se può pensarci lui. Da quel momento in poi non so più nulla di quell’acquirente.
Ma sa, noi abitiamo in un paese piccolo e qualche settimana dopo mi capita di incontrarlo nello stesso bar e scambiarci due chiacchere. Solo allora vengo a sapere che nelle ultime settimane era stato contattato a ripetizione da entrambe le agenzie che gli dicevano “compra con me, ti farò fare una proposta più bassa rispetto all’altra agenzia e vedrai che la farò accettare al venditore!”
Alla fine quel potenziale acquirente era talmente confuso e infastidito dalla situazione che ha deciso di comprare un altro appartamento! Pensi un po’, a quest’ora avrei già venduto se non fosse stato per colpa di quelle agenzie!”

Aveva ben ragione ad essere arrabbiato non credi?
Perché è successo tutto questo? Ecco i 3 principali motivi:
1) Ogni agenzia pensava ai propri interessi ovvero la provvigione, cercava quindi di conquistare l’acquirente chiedendo di fare un’offerta più bassa. A danno ovviamente del venditore.
2) Le agenzie, non gestendo la casa con incarico, hanno messo poche informazioni sull’annuncio e l’acquirente non si è reso conto che sarebbe andato a vedere la stessa casa.
3) Per lo stesso motivo, molto probabilmente la maggior parte delle visite ricevute era assolutamente inutile. Non solo quindi il proprietario ha perso la vendita ma ha perso anche tanto tempo libero.

Proprio per racconti come quello che hai appena letto abbiamo ideato la nostra speciale formula di “ESCLUSIVA APERTA” che ti garantisce le migliori possibilità di vendita senza brutte esperienze come questa.
Contatta subbito i nostri consulenti per ricevere maggiori informazioni.
Potrebbe interessarti anche...
18 settembre 2019 Bus-tour guidato a casa tua Partenza ogni sabato alle 11 e alle 16 Ti è mai capitato di andare in una grande città e avere poco tempo per visitarla? Come per magia proprio in quel momento ti appare davanti agli occhi la soluzione perfetta: il bus-tour della città! Così guardi la cartina con tutte le attrazioni in cui il bus ti porterà e, anche se hai visto che c’è qualche attrazione che non ti interessa visitare, ci sali comunque perché il tour è organizzato e poi in questo modo sei sicuro di non perderti nessuna attrazione. Ho indovinato? È esattamente ciò che viene organizzato dalla maggior parte delle agenzie immobiliari ogni fine settimana. Solo che invece che le attrazioni della città vengono fatte visitare tutte le case in vendita, compresa la tua, da decine di “turisti immobiliari” che (esattamente come fai tu quando sei in vacanza) hanno qualche ora a disposizione e decidono di farsi un giro di sabato. Questo fenomeno è ancor più frequente in 3 casi: 1) Se hai affidato la vendita a più di una agenzia, semplicemente perché nessuna agenzia vorrà rischiare di non portare un acquirente che potrebbe poi essere portato dall’altra agenzia, “non si sa mai!” 2) Se l’agenzia a cui hai scelto di affidarti lavora sui “grandi numeri”, se cioè ha tante case in vendita molto facilmente organizzerà dei tour ogni fine settimana per risparmiare tempo 3) Se hai deciso di vendere privatamente, perché gli acquirenti percepiranno la visita a casa tua come “meno impegnativa” e quindi perché no! Nelle agenzie Venditafast c’è una domanda che ci guida sempre: “se la casa che mi è stata affidata in vendita fosse la mia, cosa vorrei?” Ecco le nostre risposte a questa domanda che sono diventate le nostre linee guida: - Vorrei ricevere il minor numero possibile di visite e di persone realmente interessate a comprare - Vorrei essere sicura che gli acquirenti abbiano realmente la disponibilità finanziaria per poter comprare la mia casa - Vorrei essere aggiornata su cosa pensano i clienti che sono venuti a vedere la casa - Vorrei avere chiarezza su tutti i passaggi che saranno necessari fino al rogito - Vorrei sapere con esattezza tutte le spese che dovrò sostenere Se anche tu vorresti questo allora Venditafast è l’agenzia che fa per te, se invece preferisci organizzare tour guidati.....beh non dimenticare i pop corn.
12 febbraio 2019 Ho venduto casa... …o forse no? Come ti sentiresti se fossi assolutamente certo di aver venduto casa e dopo 30/60 giorni fossi nuovamente al punto di partenza? Purtroppo capita più spesso di quanto dovrebbe perciò leggi bene l’articolo per non commettere questo errore!La scena tipica è la seguente: un potenziale acquirente ci contatta per visionare un immobile, i nostri consulenti gli rivolgono una serie di domande per poter aiutare l’acquirente senza fargli perdere tempo mostrando immobili non adatti alle sue esigenze. Una di queste domande è: per comprare la tua nuova casa devi prima vendere? Se la risposta è SI approfondiamo per capire se:1) la vendita è vincolante per l’acquisto2) la casa è già in vendita o ancora no3) se c’è già una trattativa in corsoFacendo queste domande molto spesso ci viene detto: si, io ho già venduto casa! Con qualche altra domanda scopriamo l’amara verità….la vendita è subordinata al fatto che venga concesso il mutuo. Se hai accettato una proposta con questa condizione sospensiva significa che:a) tu venditore non potrai vendere la tua casa a nessun altro perché sei vincolato a quell’acquirenteb) l’acquirente fino all’ultimo giorno può dire “mi spiace, non mi hanno dato il mutuo quindi non compro più”c) se, convinto di aver venduto, hai dato a tua volta una caparra per un’altra casa corri seriamente il rischio di perdere i tuoi soldi!!!  Come si fa quindi per evitare tutto questo? Il primo passo quando si cerca una casa da acquistare è (o dovrebbe essere) rivolgersi ad una banca o ad un promotore finanziario per verificare che i redditi siano sufficienti all’ottenimento di un finanziamento e fino a che importo massimo. A questo punto l’acquirente potrà iniziare a cercare casa con la certezza di poter proseguire con l’acquisto. Questa è la procedura che abbiamo scelto di adottare in venditafast. Sembra logico vero? Eppure non è così scontato perciò presta bene attenzione a tutte le condizioni dell’offerta che ti viene proposta!
14 dicembre 2018 Gestione del tempo Scopri perché non ci sei mai riuscito È un tema che va molto di moda recentemente. Spesso chi vende o compra casa non ha la percezione di tutto il lavoro che l’agente immobiliare deve svolgere ma se stai leggendo questo blog e sei un agente immobiliare lo sai bene vero? Noi stessi abbiamo frequentato decine di corsi su questo tema. Abbiamo diviso l’agenda “a blocchi”, fatto una lista di cose da fare organizzandola in ordine di priorità, lasciato il cellulare alla segretaria per non farci distrarre, individuato le attività realmente produttive e delegato le altre. Eppure nonostante tutto questo ci accorgevamo che spesso i nostri piani andavano in fumo. Perché accadeva? Perché nessuno ci ha mai spiegato che c’è un aspetto che viene prima della gestione del nostro tempo, ovvero la gestione del tempo delle altre figure professionali con cui dobbiamo necessariamente avere a che fare nel corso della compravendita. Sappiamo benissimo che in una compravendita nel 90% dei casi dobbiamo avere a che fare con: geometra, banca/promotore finanziario e notaio. Queste figure sanno come lavori? Hai mai investito del tempo per definire una linea comune di lavoro?   Si relazionano in maniera efficace direttamente con il cliente o ti tempestano di telefonate per fare da tramite? Puoi essere il guru della gestione del tempo ma la realtà è che se non costruisci un team altrettanto performante attorno a te avrai sempre problemi nel gestire efficacemente le tue giornate.